lunedì 6 luglio 2020, ore
HOME
POLITANO - L'agente: "Gattuso lo voleva già al Milan, Napoli non conosce ancora il suo valore"
21.05.2020 19:37

A Radio Marte nel corso della trasmissione "Si gonfia la rete" è intervenuto Davide Lippi, agente tra gli altri di Matteo Politano e Giorgio Chiellini: "Politano al massimo della potenzialità dopo la ripresa? Non è solo l'augurio del Napoli ma di tutti. Quando cambi a gennaio un po' di tempo ci vuole, ora si è ambientato, adora la città e lo spogliatoio, deve tornare sul campo e rimettersi in palla con tutti gli altri. Sono convinto che possa fare grandi cose in questi mesi che restano di campionato. I giocatori brevilinei determineranno l'andamento di questi mesi dopo lo stop. Gattuso lo voleva già anche al Milan. All'Inter secondo me ha fatto un primo anno strepitoso nel suo ruolo. Lui sa bene che il Napoli è una grande squadra e te la devi giocare con i campioni. Che sia con Callejon o altri, lui si sarà sicuramente adattato e si giocherà il posto con chiunque arrivi. Ma dopo che è uscito dalla Primavera della Roma lui si è sempre conquistato il posto e l'ha sempre fatto in maniera importante a Perugia, a Pescara, al Sassuolo e anche all'Inter quando giocava nel suo ruolo. Sono convinto farà grandi cose anche a Napoli. Rumors su altri esterni? Non ci spaventa la concorrenza, conosco le qualità di Matteo e lui non è spaventato. Sicuramente è conscio che in una grande squadra ci sono altrii campioni, e per lui va bene così. Il trasferimento è stato importante così come l'ingaggio che percepisce a Napoli, quindi sa di doversi sudare il posto e sicuramente conquisterà il suo spazio. A Napoli ancora non l'hanno visto il vero Politano. Chiellini? C'è un rapporto strepitoso con lui, aveva 16 anni appena quando ha iniziato a lavorare con me. Andai a vedere gli Europei Under 16, con la macchina affittata, mi feci tutta l'Inghilterra. Il libro? Leggere cose che tutti sanno non ha senso, è questo lo spirito con cui l'ha scritto, voleva raccontare cose nuove, non quelle già note. Tutti sanno che persona è, cattivo in campo e buono fuori, questo però lo sa già chiunque. Lui ha voluto far emergere tutta la verità, consapevole di assumersi delle responsabilità. Ripresa Serie A? Mi sembra una necessità e una speranza, penso che sia doveroso e giusto provarci in tutti i modi, con le dovute precauzioni. Bisogna iniziare a pensare di riprendere il campionato e finirlo. Il virus sarà ancora presente, non penso che fino a quando non avremo un vaccino si risolverà il problema. Quindi il mondo dovrà per forza ripartire, così come il calcio".

Loading...
 
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>