martedì 26 maggio 2020, ore
L'EDITORIALE
NM LIVE - Salvatore Esposito, Paolo Cannavaro, Gianni Di Marzio e Caterina Balivo in diretta con A. Petrazzuolo su “Napoli Magazine”
02.04.2020 17:42

NAPOLI - Ventinovesima puntata di “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, programma condotto da Antonio Petrazzuolo su NapoliMagazine.Com e (novità assoluta) in contemporanea su tutti i social network di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube, per un pubblico potenziale totale di oltre 1 milione di seguaci), con messaggi interattivi. Ospiti in collegamento: Salvatore Esposito, Paolo Cannavaro, Gianni Di Marzio e Caterina Balivo.

 

 

NM LIVE - Salvatore Esposito: “Credo che il tempo di Milik a Napoli sia finito, non vedo problemi al rinnovo di Mertens, prenderei subito Vertonghen

 

NAPOLI - SALVATORE ESPOSITO, attore, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Mi hanno presentato in tutti i modi, ma mai nessuno, prima di voi, mi aveva presentato come esperto di mercato, ovviamente scherzando (ride, dnr). Battute a parte, credo che il tempo di Milik a Napoli sia finito e lo ha dimostrato anche Gattuso che, come appena ha potuto contare su Mertens al 100%, ha puntato decisamente sul belga che è un attaccante molto più utile all’intera manovra del Napoli. Non so nulla del rinnovo di Dries, credo però che l’incontro con De Laurentiis sia servito ad entrambi per chiarirsi le idee così come credo che, a questo punto, non dovrebbero esserci difficoltà per la sua permanenza. Un altro rinnovo che si deve assolutamente fare è quello di Zielinski. Se prenderei Vertonghen? Ovvio, subito, è il regista difensivo che manca a questo Napoli da quando è andato via Albiol. Il belga è un giocatore importante, ha grande esperienza internazionale, è forte fisicamente e può giocare sia al fianco di Manolas che di Maksimovic e degli altri difensori della rosa. Nel giochino “se io fossi il d.s. del Napoli” valuterei prima le uscite e ahimè, credo che Allan e Koulibaly siano i primi indiziati, poi se non fossero stati rinviati gli Europei, avrei potuto valutare eventuali offerte importanti anche per Fabian Ruiz che, dopo questo drammatico periodo, credo non arriveranno. Avendo parlato di Mertens e della concreta possibilità di rinnovo e sulla scorta di quanto dicevo su Milik, è chiaro che un attaccante importante debba essere preso in considerazione, a me piace molto Boga. Cavani resta un sogno, anche se la tipologia di attaccante che viene accostato al Napoli, è quella, poi se ci fosse una volontà reciproca di ritrovarsi, l’accordo si potrebbe sempre trovare. Lozano credo che parta, almeno stando all’utilizzo che ne hanno fatto sia Ancelotti che Gattuso. In Belgio è stato facile chiudere tutto assegnando il titolo, perché mancavano pochissime partite, in Italia manca ancora un terzo di stagione e sarebbe impossibile. Secondo me, l’unica opzione possibile è chiudere la stagione senza assegnare il titolo, promuovere le prime due dalla B e prevedere 6 retrocessioni nella stagione 2021-2022”.

 

NM LIVE - Paolo Cannavaro: “Il "Matador" lo rivedrei eccome a Napoli, Cavani è un esempio per tutti, è un'insaziabile macchina da gol

 

NAPOLI - PAOLO CANNAVARO, ex capitano del Napoli, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Con tanta cautela e tanta prevenzione, la Cina sta tornando lentamente alla normalità. Certo, si è sempre schermati dalle mascherine, da schermi protettivi, siamo sempre alle prese con igienizzanti vari, ma fortunatamente la vita sta riprendendo e rivedere gente in giro, dopo tutto quanto accaduto, è davvero bello. Le frontiere restano chiuse perché adesso ci sono i cosiddetti contagi di ritorno, è una misura giustissima perché, proprio ora, non si può e non si deve abbassare la guardia. Napoli si sta dimostrando una città matura, ancora oggi c’è ancora qualcuno che abusa delle possibilità lasciate dai provvedimenti del Governo, ma la stragrande maggioranza dei napoletani stanno facendo sacrifici su sacrifici e stanno dando davvero un bell’esempio, il napoletano ha intelligenza e cuore grande e i fatti lo dimostrano. Abbiamo raggruppato qualche amico con la nostra associazione, abbiamo fatto girare un po’ la voce e stiamo raccogliendo tanto per le tante persone in difficoltà. La nostra speranza è che questa fiamma non si spenga mai, anche dopo l’emergenza coronavirus: non dobbiamo lasciare nessuno indietro. Mi rendo conto di quanto sia importante il calcio in Italia, anche e soprattutto per i soldi che muove, ma in questo momento, sinceramente, non è una priorità, tanto prima o poi verrà il tempo di riprendere, casomai si farà un tour de force, ma sono sicuro che nessuno si tirerà indietro. Il discorso, ovviamente, è allargato anche agli altri sport, ripeto, in questo momento bisogna concentrare tutte le energie per sconfiggere il virus e dare la possibilità a tutti i contagiati, di guarire. In Italia dovremmo fare come in Cina, dove gli amministratori di condominio sono quasi un primo presidio sanitario e di controllo, sono sicuro che sarebbe un ulteriore, valido contributo per affrontare questa emergenza. Il "Matador" lo rivedrei eccome a Napoli, quando mi chiedono un giocatore da considerare come esempio, io rispondo sempre Cavani. Edi è una macchina da gol, è nato per il gol, anche in allenamento non vuole sapere ragioni, deve segnare sempre. Non avrei nessun dubbio a rinnovare il contratto a Mertens, pur sapendo che ci sono dinamiche societarie e non mi riferisco solo al Napoli, che alle volte impongono scelte anche dolorose, come separarsi da un giocatore simbolo, ciò premesso, ovviamente, spero che possa restare ancora a Napoli. Sono andato via da Napoli da ragazzino per le necessità di allora e ho sempre sperato di poter ritornare, come ho fatto appena avuta l’occasione, nonostante dovessi scendere di categoria, e sarei pronto a tornare ancora con qualsiasi ruolo. Gattuso è un allenatore preparatissimo, che sa cosa vuole dalla squadra e gli ultimi risultati lo dimostrano, purtroppo l’etichetta affibbiatagli, di allenatore-motivatore è riduttiva, molto riduttiva. Poi è un uomo vero di sport, leale, onesto e sincero. Speriamo di svegliarci presto da questo brutto incubo”.

 

NM LIVE - Gianni Di Marzio: “In questo momento non vedo altre priorità se non la lotta al coronavirus, altro che ripresa del campionato

 

NAPOLI - GIANNI DI MARZIO, ex allenatore del Napoli, è intervenuto a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Cosa possiamo dire a chi ancora non si è reso conto del pericolo di questo virus? Forse sarebbe meglio fargli vedere cosa succede negli ospedali in prima linea, le sofferenze dei contagiati e anche quelle del personale sanitario che fa anche l’impossibile per far guarire gli ammalati. Si fanno tante ipotesi per la stagione sospesa, ma resto del parere che il discorso sia ancora lungo e per questo non riesco a capire come si possa pensare di riprendere. Dobbiamo navigare a vista, lasciamo passare ancora un po’ di tempo e se le cose migliorano, allora effettivamente potremo ricominciare a pensare di far ripartire anche il calcio. È chiaro che mi auguro che tutto ciò avvenga al più presto, ma in questo momento non vedo altre priorità se non la lotta al coronavirus che è incompatibile con tutte le altre attività. Per quanto riguarda poi, le richieste di aiuto del mondo del calcio, credo che tutte le energie debbano essere convogliate sulla sanità che ha mostrato qualche crepa in questa drammatica emergenza. Ogni giorno mi sveglio con la speranza che arrivi la notizia della scoperta del vaccino”.

 

NM LIVE - Caterina Balivo: “Non è facile per nessuno rimanere chiusi in casa, ma pensiamo a quanti stanno lottando tra la vita e la morte

 

NAPOLI - CATERINA BALIVO, conduttrice RAI, è intervenuta a “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, condotta da Antonio Petrazzuolo, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Non è facile per nessuno rimanere chiusi in casa, ma se proprio abbiamo la smania di uscire, pensiamo a quanti stanno soffrendo, lottando tra la vita e la morte, in un letto d’ospedale. Non voglio essere pesante, ma davvero non riesco a comprendere chi impreca contro queste norme e questi divieti, forse non si è capito che è in ballo la salute e la vita di tutti. Ogni giorno, alle 15.00, su Instagram, faccio queste chiacchierate social, in questa rubrica chiamata “My next book”, soprattutto con tanti scrittori, è stata un’idea di mio marito e sta piacendo davvero tanto. Io credo che questa quarantena forzata ci stia dando la possibilità di ritrovare e riassaporare tante cose che, forse, stavamo trascurando e dimenticando, stiamo avendo anche tanto tempo per pensare e devo dire che non è niente male. Il ritorno di Cavani? Mi piacerebbe eccome, ma non bisogna più perdere tempo”.

 

NM LIVE - Antonio Petrazzuolo: “Vertonghen è in scadenza di contratto con il Tottenham e, da quanto mi hanno riferito, non gli dispiacerebbe un eventuale trasferimento a Napoli

 

NAPOLI - ANTONIO PETRAZZUOLO, direttore di Napoli Magazine, ha condotto “NAPOLI MAGAZINE LIVE”, trasmissione che approfondisce i temi d’attualità legati al Calcio Napoli, in onda il giovedì dalle 21 alle 22 su Napolimagazine.com e su tutti i canali social di “Napoli Magazine” (Facebook, Twitter, Instagram e Youtube). Ecco quanto dichiarato: “Ho ascoltato con estremo interesse l’intervista del d.s. azzurro, Cristiano Giuntoli a Sky, ho apprezzato molto la sua chiarezza, sia quando ha parlato di Icardi, ammettendo che è un obiettivo difficile, sia quando ha sottolineato le qualità di Petagna, attaccante che il Napoli ha già acquistato. Molto interessante anche il passaggio su Milik, quando ha smentito le richieste del Milan. Intanto, il calcio si interroga sulla possibilità di riprendere l'attività, leggevo di una data, del 22 maggio, ma sinceramente, credo che sia meglio essere sicuri che tutto sia passato e poi si riparlerà di partite, mercato e anche di rinnovi di contratto in casa Napoli. É vero che gli ultimi giorni sembrano aver indicato che si è intrapresa la strada giusta, è vero che c’è grande voglia di normalità e lo capisco, ma è giusto e doveroso essere responsabili se vogliamo riappropiarci presto della nostra vita. Questo è l’obiettivo primario: rimanere a casa fin quando dureranno i divieti, solo così possiamo dare il nostro contributo per battere questo nemico invisibile e pensare di ritrovare la normalità. Tornando al calcio, resto del parere che la stagione debba considerarsi praticamente conclusa, in attesa di buone notizie. A proposito di notizie, il difensore belga del Tottenham, Vertonghen è in scadenza di contratto e, a quanto mi è dato sapere, ci sarebbe il suo gradimento ad un eventuale trasferimento a Napoli. Il giocatore interessa anche all'Inter”.

 

Loading...
 
ULTIMISSIME L'EDITORIALE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>