venerdì 10 aprile 2020, ore
L'EDITORIALE
PRESS CONFERENCE - Rino Gattuso: "Bicchiere mezzo pieno? Non lo vedo proprio, Ospina e Meret? Non sono aziendalista, faccio le scelte giuste, pensiamo a Balotelli e Lopez, non a Messi, Koulibaly salta il Barcellona"
20.02.2020 16:25

CASTEL VOLTURNO (CE) - Rino Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato in Press Conference alla vigilia di Brescia-Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine".

 

 

- Tra i convocati ci sono Allan, Milik, Lozano...

 

"La condizione della squadra è molto buona. Lozano sta bene. Con Allan tutto ok, ho detto che non portavo rancore. Milik sta meglio. La squadra ha fatto quello che doveva fare".

 

- Brescia-Napoli, gara trappola in vista del Barcellona...

 

"La priorità è la partita di Brescia, scenderà in campo la squadra migliore. C'è tempo per pensare al Barcellona. Con le cosiddette piccole abbiamo perso 20 punti. Troveremo una squadra avvelenata. Troveremo una squadra che ci vuole metterà in difficoltà".

 

- Ghoulam è in ballottaggio con Mario Rui?

 

"Sta lavorando, spero di vederlo come nelle ultime due settimane. Sta dando grande continuità negli allenamenti".

 

- Che risposte le ha dato Allan in settimana?

 

"E' finita là. Ci siamo parlati, ci siamo guardati negli occhi, bisogna far parlare il campo. Ho visto un grande professionista che si è messo di nuovo a disposizione della squadra".

 

- E' condizionato nelle scelte in vista del Barcellona?

 

"Non sono condizionato. Ve lo dico in calabrese: se il Barcellona è in difficoltà, nuje stamm' mur e mur cò spital...”

".

 

- Discorso multe...

 

"E' successo il 5 novembre. C'è chi vincerà e chi perderà. Non è che oggi ci svegliamo e diciamo: "Che è successo?". Dobbiamo guardare al nostro lavoro".

 

- Il Gattuso giocatore riusciva a non pensare alla gara più importante?

 

"Si, ci riuscivo. Quando la Juve giocava prima di noi e dopo 20 minuti non riuscivamo a fare gol lì soffrivo".

 

- Se le dicono di firmare per l'Europa League o battere il Barcellona e passare il turno?

 

"Europa League tutta la vita. Perchè mancano 14 partite e ne devi vincere tante".

 

- Giocare in trasferta può essere un vantaggio?

 

"Preferisco giocare sempre in casa. E' una questione di mentalità, di testa, anche se abbiamo fatto sempre fatica. Bisogna annusare il pericolo prima. In casa abbiamo sempre giocato a campo aperto".

 

- Come sta Koulibaly?

 

"Prima dobbiamo ascoltare le sue sensazioni. E' inutile che lo mettiamo in campo e poi rimane fermo. Abbiamo preferito fermarlo 7-10 giorni e vediamo come si sente a livello fisico".

 

- Che gara si aspetta a Brescia?

 

"Una gara simile a quella di Cagliari. Non so come giocheranno, ma lasciano 2-3 giocatori in avanti. Dobbiamo stare attenti a non peccare di presunzione. Non sarà facile. Anche loro giocano sulle seconde palle. Serve grandissima attenzione".

 

- Come si lavora sulla testa dei ragazzi?

 

"Non so se i ragazzi si nascondono e parlano del Barcellona. Non abbiamo preparato qualcosa per il Barcellona. Abbiamo preparato in 3 giorni il Brescia. Dobbiamo pensare a Balotelli e Lopez, non a Messi".

 

- Elmas come sta? E' meglio esterno? 

 

"In Nazionale gioca lì. Non me lo invento io attaccante esterno. Gli piace giocare più da attaccante esterno che da mezz'ala, ha tutto per fare da mezz'ala".

 

- Politano?

 

"Deve migliorare lui sul coprire palla. Deve essere più attento".

 

- Vede il bicchiere mezzo pieno? Come legge il dualismo Ospina-Meret tra i portieri?

 

"Faccio delle scelte. Non sono aziendalista. Devo riuscire a mettere in campo i giocatori giusti. Le scelte le faccio in base a quello che vedo. Le partite si vedono durante la settimana. Il bicchiere non lo vedo proprio".

 

Antonio Petrazzuolo

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com 

Loading...
 
ULTIMISSIME L'EDITORIALE
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>