mercoledì 5 agosto 2020, ore
HOME
JUVE - Sarri: "Con il Milan sarà una gara complicata, Higuain sta bene, lo valuteremo"
06.07.2020 17:00 Fonte: Sport Mediaset

Contro il Milan come un match point scudetto per la Juventus. Maurizio Sarri però non si fida dei rossoneri: "Ci hanno sempre messo in difficoltà in questa stagione - ha commentato alla vigilia il tecnico bianconero -. Inoltre giocare contro il Milan in questo momento è una partita complicata, sono in forma e anche contro la Lazio lo hanno dimostrato". Il +7 in classifica è un ottimo vantaggio: "Non ci dev'essere rilassamento perché in questo periodo sbagliare qualcosa è estramamente facile. L'aspetto mentale è delicato giocando ogni tre giorni, ma anche tremendamente importante".

 

In casa del Milan mancheranno De Ligt e Dybala per squalifica, dovrebbero giocare Rugani e Higuain: "Queste sono le due soluzioni più scontate - ha ammesso Sarri -, ma non abbiamo ancora deciso niente. Tutti parlano della nostra rosa lunga, ma in realtà abbiamo solo 15 giocatori di movimento al momento. Chiellini e Alex Sandro si stanno allenando in gruppo, ma ancora non sono in grado di giocare in partita".

 

A San Siro Higuain avrà la sua occasione da titolare: "Sta meglio fisicamente, ma non saprei quanto possa reggere in campo. Sembra stare bene - ha riferito Sarri -, ma valuteremo. Dal punto di vista fisico sicuramente farà fatica, ma sul piano mentale sta molto bene. Ci stuzzichiamo sempre in allenamento perché lui è così, ha bisogno di una controparte forte per dare il meglio".

 

La Juventus sta scappando via in testa alla classifica, ma Sarri non è mai contento: "Siamo consapevoli di poter migliorare ancora. In questo periodo è dura perché è molto atipico e stancante, ma come ogni squadra sappiamo che possiamo fare anche meglio e lavoriamo per quello. La sensazione è che in questo momento non concediamo tantissimo agli avversari, ma bisogna fare attenzione. La fase offensiva può essere condizionata dai talenti, in quella difensiva ci vuole una grande determinazione, aggressività ed applicazione. Nella fase difensiva ottimale si scava nelle motivazioni dei giocatori". 

 

All'orizzonte c'è sempre la Champions League: "Non abbiamo margini per intervenire sulla preparazione, sia perché mancano i giorni sia perché siamo pochi. Non possiamo fare preparazioni mirate pensando alla Champions League. Se tra due settimane avrò tutti a disposizione, potremo iniziare a pensarci".

Loading...
 
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>