lunedì 10 agosto 2020, ore
HOME
MILAN - Pellegatti intervista Calhanoglu: "Sono migliorato grazie a Pioli e all'aiuto di Ibra"
30.07.2020 17:39

StarCasinò.sport, punto di riferimento per tutti gli appassionati di calcio e Official Partner di AC Milan, ha chiamato a raccolta i suoi utenti chiedendo loro di scegliere il calciatore preferito per un’esclusiva intervista con Carlo Pellegatti, il giornalista-tifoso più amato dai rossoneri. Hakan Çalhanoglu, giocatore che sta elevando al massimo il suo rendimento al Milan, è stato il più votato diventando protagonista di uno storytelling sui canali digitali del brand. 

 

Çalhanoglu, arrivato a Milanello nell’estate del 2017, ha finalmente ritrovato il suo ruolo da trequartista, il classico numero dieci che spazia dietro le punte; che segna e fa segnare, da vero uomo chiave nello scacchiere di Pioli.

 

Il numero 10 dei Rossoneri, dopo la straordinaria punizione “alla Beckham” e la rete contro la Samp, ha raggiunto 9 gol in campionato. Se a ciò si aggiungono gli 8 assist, il suo score è da record nonché da autentico trascinatore del Milan.

 

Carlo Pellegatti ha fatto quattro chiacchiere con il calciatore ripercorrendo la sua stagione, quella della squadra (da 28 gol nelle ultime 26, a 32 gol nelle ultime 11), il suo rapporto con Pioli, l’influenza di Ibrahimovich: “Zlatan quando è arrivato al Milan ci ha aiutato tantissimo e con grande passione. Spero rimanga anche il prossimo anno perché è un giocatore importante per noi sia dentro che fuori dal campo.” ha detto Çalhanoglu, “Grazie a Pioli sono riuscito a tornare il Çalhanoglu che giocava in Bundesliga. Siamo contenti del suo rinnovo e del fatto che possiamo giocare ancora per lui.”

 

Si parla anche di cos’ha significato arrivare in questo club e diventarne il punto di riferimento, delle differenze tra il campionato tedesco e quello italiano, dei suoi obiettivi, dei suoi idoli, fino a rivelare il suo sogno da giocatore professionista e da giocatore del Milan.

 

“Da piccolo il mio idolo era Ronaldinho: la sua fantasia, i suoi movimenti erano pazzeschi.”, ha detto, “Mi piace l’Italia e a Milano sto benissimo. Nel mio tempo libero gioco con mia figlia. Il mio gol più bello? Contro il Torino: sono partito dalla panchina e ho segnato una doppietta, ma la rete contro l’Atalanta la metto nella classifica dei miei gol preferiti in carriera”.  

Loading...
 
ULTIMISSIME HOME
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>