martedì 30 maggio 2023, ore
SOCIAL NETWORK
TORINO - Juric: "Napoli? Non ho mai visto in Italia una squadra così, dovremo essere perfetti, out Miranchuk e Karamoh, Kvara non si ferma, Spalletti e Giuntoli sono due fuoriclasse, sono orgoglioso di Rrahmani, è un ragazzo d'oro"
18.03.2023 14:35

TORINO - Ivan Juric, allenatore del Torino, ha rilasciato alcune dichiarazioni in conferenza stampa alla vigilia del match di Serie A contro il Napoli. Ecco quanto evidenziato da "Napoli Magazine": "Curioso di vedere in campo il Napoli? Si è detto già tanto sul Napoli, per me è la migliore da quando sono qua come compressione di gioco, come struttura della squadra, come crescita del gruppo dall'anno scorso a quest'anno, per cui c'è poco da dire. Bisogna essere veramente perfetti, deve girare anche bene ed è quello che cercheremo di fare. Il Napoli rende difficile tutto, per questo dico che sono una squadra completa, qualsiasi cosa fai loro hanno le risposte, perchè i giocatori del Napoli comprendono esattamente quello che devono fare in ogni momento, per cui se tu fai una cosa, loro si adattano. Se ne fai un'altra, si adattano ugualmente, sono pericolosi ugualmente. Assenza di Miranchuk? Miranchuk non ci sarà, speriamo di averlo già la prossima. Al suo posto giocherà Radonjic. Hai una opzione in meno da mettere in campo o dalla panchina hai una soluzione in meno. Come definisco il Napoli? Mi sono già espresso, sono perfetti, non ho mai visto in Italia una squadra così, che non ha giocatori migliori. Ha due fuoriclasse e altri giocatori ottimi, molto buoni ma non come altre squadre in passato che veramente avevano fuoriclasse dappertutto. Quello che impressiona è la compressione del gioco. Il che vuol dire che arriva l'Eintracht, gioca con la linea alta, cominciano a buttare il pallone prima in avanti e ad attaccare spazi; ti metti basso e sanno come farti gol; sono pericolosi sui piazzati. Li attacchi alti, poi lasci spazio e là di nuovo sono fantastici. E' quello che mi impressiona di loro. Poche volte si sono viste squadre così anche in Europa. Buongiorno in Nazionale per la prima volta? Non gli ho parlato. Abbiamo tanti di questi ragazzi che hanno un atteggiamento fantastico, nel senso di voglia di migliorarsi. Buongiorno fa parte di questi, dal primo giorno che è qua si è messo a lavorare ma veramente forte sui difetti e sta crescendo ed è il nostro leader spirituale, lo chiamo così, perchè è di qua, è di Torino, la sente, ti dà qualcosa in più proprio per natura, perché è nato qua ed è cresciuto qua e veramente dobbiamo essere tutti orgogliosi di lui e di quello che sta facendo. Come si riesce a limitare un allenatore come Spalletti? Hanno due fuoriclasse, Spalletti e Giuntoli, si sono migliorati a vicenda. Hanno messo dentro giocatori moderni come Anguissa, come Kim, cioè caratteristiche che ti permettono di giocare contro qualsiasi squadra come vuoi te. Questo è un grandissimo lavoro e non parliamo poi di Kvara, Osimhen e il resto. Spalletti ha qualcosa in più rispetto agli altri, quando lo vedi dirigere il gioco da dietro, non c'è improvvisazione, come a dire abbiamo giocatori forti, diamogli palla e poi pensano a tutto loro, ma è tutto programmato. In ogni azione, tu vedi le sue braccia che indicano dove deve andare la palla, è una cosa fantastica. Secondo me all'andata abbiamo fatto una grandissima partita, abbiamo fatto errori dove abbiamo aperto spazi, ci hanno castigato e ti deve andare bene un po' però penso che siamo una delle poche squadre ad avere avuto più possesso del Napoli, se non sbaglio l'unica di quest'anno e abbiamo avuto anche più di tiri del Napoli in quella partita, al di là del risultato. Poi potevamo riaprirla, ci sono stati spunti interessanti in quella partita. Se sono orgoglioso di Rrahmani? Siamo veramente orgogliosi di Amir, lo prendemmo dalla Dinamo Zagabria per pochi soldi e ci siamo accorti subito della grande prospettiva che aveva. Parlavo di Buongiorno, la stessa cosa vale per Rrahmani, cioè sono ragazzi spettacolari. Rrahmani, se non mi sbaglio il primo anno non ha mai giocato, era sempre in panchina, ma mi hanno detto sempre che lavorara come un pazzo per aspettare il suo momento. Il momento è arrivato e sono strafelice per lui , perchè poi è un ragazzo splendido, è un ragazzo d'oro e gli voglio bene. Come si ferma Kvaratskhelia? Kvara non lo fermi. Ci sono giocatori che cerchi di raddoppiare, limitare, però raddoppiando Kvara, lasci spazio a Mario Rui che arriva da dietro o lasci spazio all'inserimento di Zielinski e di Elmas. E' difficilissimo. Io penso che all'andata Djidji abbia fatto una grande partita con Kvara, ma ha un po' di problemi e non so se può giocare domani. Sono giocatori quelli che ti fai il segno della croce e speri che non sia in giornata. Può giocare Gravillon? Penso che questo giocatori nel calcio moderno, come Kim, Rrahmani, ti permettono di difenderti basso ma anche di essere offensivo, di attaccare, di non avere paura di avere sempre superiorità numerica dietro. Djidji è uno di questi giocatori. Gravillon lo stiamo conoscendo, ci sono cose che deve migliorare e potrebbe avere caratteristiche di questo tipo, che accetta anche spazi aperti, è dinamico, secondo me Djidji ha qualcosa in più in certe situazioni, però lui può crescere. Ho sempre perso contro Spalletti? Alla fine sono i giocatori... Non mi disturba, io stravedo per Spalletti. Altri hanno il nome ma per me non sono allenatori, sono gestori, lui è un allenatore di calcio. Io e Matteo siamo invidiosi delle sue conoscenze, di quanto sia bravo. Poi è tosto, come ha detto lui abbiamo anche litigato perchè ha questo carattere, però è bello da vedere. Che Toro affronterà il Napoli? Dobbiamo essere al top pa livello di aggressività, ma soprattutto del gioco. Dobbiamo giocare bene a calcio, voglio un Toro così. Nelle ultime due partite non abbiamo preso gol, siamo stati molto tosti e siamo stati anche cinici in zona di attacco. Domani ci vuole tutto. Il punto sugli indisponibili? Karamoh non riesce a recuperare da questa botta, pensavo di averlo. Miranchuk ha questo risentimento e dovrebbe saltare questa partita e poi tornare disponibile, Djidji porta questi problemini da un po' e dobbiamo vedere, Lazaro, Zima e Vieira fuori per un lungo periodo. Radonjic? Rispetto all'inizio, contro il Lecce ha fatto una partita completa, il che vuol dire che ha fatto anche la fase difensiva in un modo esemplare. E poi è stato il giocatore che ha corso di più ed ha raggiunto velocità massime rispetto ad altri, vuol dire che è un giocatore che se vuole... Speriamo che trovi questa continuità, però ha doti fisiche pazzesche, ha finito la partita come giocatore che ha corso di più di tutti gli altri giocatori del Torino. Speriamo che continui così. Centrocampo? Linetty molto bene su tutto, penso che ci sarà spazio per lui, per Ricci e per Ilic. Chi parte, chi entra, vedremo, però sono molto soddisfatto di Linetty e anche degli altri due. E anche Adopo è entrato bene, ci sono le soluzioni giuste. Se saremo liberi di testa contro il Napoli? Quando hai tutto da guadagnare, hai tanto da perdere! Se hai tanto da guadagnare, hai una gioia enorme e vuol dire che se perdi, hai perso quella gioia enorme, per cui abbiamo tanto da perdere. Abbiamo una grandissima occasione, giocare proprio col cuore, liberi, perchè è una grandissima occasione contro una grande squadra, ma non che non abbiamo niente da perdere, ci dobbiamo mettere quella voglia di portare a casa il risultato. Normalmente cinque minuti prima delle partite ai ragazzi non dico nulla, parlano loro, io parlo prima".

ULTIMISSIME SOCIAL NETWORK
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>