Altri Sport
Ciclismo, Milano-Sanremo, Ganna: "Sono dispiaciuto, potevo vincere"
18.03.2023 17:34 di Redazione

"Ci abbiamo provato, volevo dare qualcosa in più alla squadra che credeva in me. Sono felice per il secondo posto ma anche rammaricato perché è l'ennesimo di questa stagione. Speriamo arrivi presto una vittoria su strada". Così Filippo Ganna, ai microfoni di Rai Sport, dopo la premiazione della Milano-Sanremo in cui ha preso la 'piazza d'onore'. "Ogni lasciata è persa - dice ancora l'olimpionico del quartetto di Tokyo - ma bisognerà tornare per cercare la vittoria. Comunque sono felice perché, nonostante una settimana in meno, sono riuscito a stare lì con i migliori, però mi spiace perché averi potuto vincere". "Sulla salita potevo seguire Van der Poel - aggiunge Ganna -, ma avevo paura, non sapevo nemmeno io come avrebbero reagito le mie gambe. Vorrà dire che sarà stata una prova per le classiche in Belgio, la gara di oggi mi dà morale per le prossime e punto tutto sulla Roubaix".

ULTIMISSIME ALTRI SPORT
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>
Ciclismo, Milano-Sanremo, Ganna: "Sono dispiaciuto, potevo vincere"

di Napoli Magazine

18/03/2024 - 17:34

"Ci abbiamo provato, volevo dare qualcosa in più alla squadra che credeva in me. Sono felice per il secondo posto ma anche rammaricato perché è l'ennesimo di questa stagione. Speriamo arrivi presto una vittoria su strada". Così Filippo Ganna, ai microfoni di Rai Sport, dopo la premiazione della Milano-Sanremo in cui ha preso la 'piazza d'onore'. "Ogni lasciata è persa - dice ancora l'olimpionico del quartetto di Tokyo - ma bisognerà tornare per cercare la vittoria. Comunque sono felice perché, nonostante una settimana in meno, sono riuscito a stare lì con i migliori, però mi spiace perché averi potuto vincere". "Sulla salita potevo seguire Van der Poel - aggiunge Ganna -, ma avevo paura, non sapevo nemmeno io come avrebbero reagito le mie gambe. Vorrà dire che sarà stata una prova per le classiche in Belgio, la gara di oggi mi dà morale per le prossime e punto tutto sulla Roubaix".