mercoledì 21 febbraio 2024, ore
IN PRIMO PIANO
G-FACTOR - G. Lucariello su "NM": "Madama è preoccupata, se perde resta fregata, il Napoli non scherza"
13.01.2023 18:50

NAPOLI - Clamoroso, la Juve ha paura: se stasera perde al Maradona resta fregata, buonanotte al secchio e addio sogni di rinnovata gloria bianconera! Madama è preoccupata, finanche spaventata, perchè è alle soglie di un’irripetibile impresa dopo una serie straordinaria di successi: in otto partite ventiquattro punti, di riffa o di raffa. Le cose stanno così. La Vecchia Signora dopo l’inizio stentato ha allungato il tiro e accarezza la propria candidatura allo scudetto dopo aver scalzato avversari importanti, chi l’avrebbe mai detto e immaginato. Ansie e timori però scuotono l'antica Signora che si ritrova di fronte un nemico forte e irriducibile, come mai tanto più alimentato dalla voglia matta di porre tutti con le spalle al muro. Certo, la partita è e resta pur sempre decisiva al di là del conteggio finale, anche se ufficialmente Allegri non lo riconosce di fatto: la sua è una strategia d’altronde. La sfida con la Juve può anche determinare una chiusura anticipata del discorso scudetto, e il Napoli sotto questo aspetto non scherza affatto. E’ come dire “buonanotte ai suonatori”. Intanto si sono riaccese vivacissime schermaglie sui fronti opposti nell’immediata vigilia, ferro e fuoco e stoccate reciproche tra due “toscanacci” in assetto di combattimento: Allegri e Spalletti altrettanto simili nelle loro linee guida a livello caratteriale. Ombrosi, suscettibili, permalosi e fumantini, che di peggio non si immagina. Già in passato se la sono suonate e cantate di santa ragione, proprio quando il filosofo di Certaldo ha messo in ginocchio il livornese: “…per una volta tanto che ho vinto io fai pure la morale...”. E anche stavolta diversi messaggi cifrati e non se li sono scambiati tra loro ieri nelle rispettive press-conference della vigilia tra azzurri e bianconeri. La verità è che Allegri farebbe di tutto per porre Spalletti spalle al muro, facendo ruzzolare il suo Napoli. Sa tuttavia che gli azzurri sono piuttosto attrezzati e che sul piano del gioco tra Napoli e Juve non c’è confronto. Madama può vantarsi soltanto per una difesa di ferro visto che nelle ultime otto partite la Juve non ha subito nessun gol e che ha beneficiato dei favori della dea fortuna nel risolvere a proprio favore e negli ultimissimi minuti match che dovevano chiudersi diversamente. Sarà sempre così? Chi può dirlo. Il Napoli a sua volta giocherà come di consueto, alla sua maniera, gioco fluido e di grande qualità con i suoi principali interpreti: eccoli i pezzi forti e pregiati, scalpita Cavallo Pazzo Osimhen mentre riesploderà nelle sue diaboliche sterzate Kvaratskhelia. Il resto lo faranno tutti gli altri azzurri.

 

 

Gianfranco Lucariello

 

Napoli Magazine

 

Riproduzione del testo consentita previa citazione della fonte: www.napolimagazine.com

ULTIMISSIME IN PRIMO PIANO
TUTTE LE ULTIMISSIME
NOTIZIE SUCCESSIVE >>>